Parte dei prodotti recuperati sono utilizzati nei nostri laboratori di cucina sociale in cui i partecipanti (appartenenti a fasce deboli quali disabili psichici, senza fissa dimora, richiedenti asilo, persone a bassissimo reddito) diventano protagonisti nella realizzazione di piatti creativi e anche nella preparazione di merende condivise per “alimentare” momenti conviviali.

I laboratori di cucina, coordinati dall’Associazione Eufemia, alternano momenti informativi e seminariali su nutrizione e principi di educazione alimentare, con le attività pratiche di preparazione dei pasti destinati ai beneficiari del progetto. Questo per aumentare le conoscenza dei prodotti ortofrutticoli presenti sul mercato, la loro stagionalità e le possibili preparazioni, per un uso più efficace ed efficiente delle risorse, una corretta conservazione per la riduzione degli sprechi, una più equilibrata dieta settimanale.
Particolare attenzione sarà dedicata alle persone ospitate nei circuiti di prima accoglienza del Comune di Torino, in particolare nella Residenza Marsigli gestita dalla Coop. Aeris, e agli utenti in carico al Dipartimento di Salute Mentale – ASL di Torino, con la collaborazione del Sostegno Territoriale Coop. Rondine e Ass. Insieme.